post_ante

grata

 

mi muovo per schemi       abitudini

       al modo di       ogni altro burattino

c’è differenza se …       scatto spontaneo?!

       stacco presto insegnato       adottato

guardo vedo       il teatro intero umano

     sapendo che       se cogliessi solo l’altro-te

             burattinante-schema       fatto metà avrei

                      l’ in-video-mondo      ogni persona

                          la stessa me ridotta a         un quasi mezzo sé

 

 

udine _ giovedì, 03 settembre 2020

 

note: a) memoria dell’addestramento materno b) il visconte dimezzato, italo calvino c) il master di ballantrae, robert louis stevenson d) the duel, joseph conrad (da cui i duellanti, film di ridley scott).

 

 

 

 

mercato di via metauro

 

ibrahim     fratello umano

     discendi come davide        stesso ramo

           veloce muovi      nelle olivare di gaetano

vedo     le menti mobili danzare

     gli occhi di vita piena      son luminare

non fa confine    il luogo l’origine

     la lingua-sangue     mobile catena

sento     la mia energia nutrire

     vivo avvicinandomi   al morire

           attenta contenta      in voi io guardo

               l’umano nostro ancora     in avvenire?

 

 

sabato, 05 settembre 2020

 

 

 

 

vita …

 

e restò  mio        quel figlio non portato …

in altro corpo ‘potendo’ crebbe         all’infinito caro

diverse le vicende tutte         colme rivisitate

     vissute vicine lontane         insieme diventate

memorie fatte una         che mai vedrete spente

       se non       spegnendo me

 

 

mercoledì, 9 settembre 2020

 

note: a) l’eterno lutto in ca(m)po verde che accompagno … che mi accompagna? b) la poesia di amg (da dove la sua? da dove la mia?) c) il sogno: la grande sintesi di stanotte per ‘la collina’.

 

 

 

 

onirie _ realtà aumentante

 

nel letto grande         della verde casa

       dormiva sola         quietamente

             udì qualcuno entrare       fratello era

                     restò serena         non stette in pena

sentì il piccolo erede         avvicinarsi

     stendersi a fianco       a lei accanto

           stava accadendo       il forse insperato

ritorno al primigenio fato          l’insieme dato

     antica umana storia         uno di tanti semi nato

 

 

mercoledì, 9 settembre 2020

 

nota: in nome di… : l’ante e il post che mi accompagnano… così posso sentirmi ‘compresa-insieme’… l’io che scrive (una astrazione cognitiva, operativa, strumentale?) ha una sua solitudinarietà che non può essere ammessa, tollerata?, né esiste… non è nel sentire corpomentale …

 

 

 

 

destinali strade

 

madre di entrambi       i generi

       che nel profondo         uno soltanto è

               accompagnò       ricercatrice insieme

                      lungo lo spartiacque        in moto

                              tra chi sapendo      e tanti non sapendo

                                  remano irriducibili         fuori dal tempo

                                     per la finale notte         come se fosse il dì

 

 

mercoledì, 9 settembre 2020

 

 

 

 

anticipi inascoltati

 

‘la chimica’ dicevano       dei primi amori

       i giovani adolescenti        qualche decennio fa

dal vivo avevano raccolto dati          più delle liale e peverelli

       che a suon di gelsomini e         perfidi profumi ancora

               narravano       tradimenti perdite e amori

concetto grezzo … certo!         ma intanto la cultura e

       di precettori la distanza          restavano talmente grandi

da mente e corpo         che troppe fole nacquero

     senza avvertire         lo stare sempre fuori di sé

 

 

venerdì, 11 settembre 2020

 

 

 

 

stesso

 

stessa strada       stesso tratto

       stessa ora       del mattino

stessa mosca?       infastidente

       presso l’acqua       della fonte

             sul cammino       ancora dato?

stesse reti       neuronali

       che collegano       i miei sensi

stessi odori o       equivalenti?

     più o meno         emergenti

stessa pietra       su cui sosto

     dove adesso       scrivo e … sto

 

 

lunedì, 14 settembre 2020

 

 

 

 

farai quel che …

 

da lei che mai saper poteva         fino in fondo

       nemmeno io         assai ho imparato presto

             “con ciò che costruirai       farai quel che vorrai

in me un tratto in più?       innato quasi o forse no

       trovato aveva posto       e modo e costruzione

             ‘fare pensare e aspettare       finché la condizione

                  sine qua non        per me raggiunta fosse’

allora … mi ri-varavo       la meta mai sicura

       la strada in primo piano       tant’è che in viaggio

              volente o nolente qui mi ritrovo          da un bel pò

 

 

mercoledì, 16 settembre 2020

 

nota: il ritmo fondamentale lo ritrovo soltanto nelle prime ore del mattino, dopo posso lavorare sul già tracciato… ma il sentire se ‘suona’ è di quell’intervallo… nel migliore dei modi, dando i risultati più attivi.

 

 

 

 

ali di farfalle

 

effetti di farfalle      di battiti infiniti riappaiono

mi ero appena detta che       bastava ‘forse’

       il gioco del pallone e         una armonica in aggiunta

             perché il suo destino        diverso fosse

le fate alate sopraggiunte       rimisero in campo

       ‘gli dei il caso e la fortuna’         dicendomi

             “non vanno isolati”       “e allora?” io chiesi

“un battito alla volta           si affronta

       nella continua svolta         rivolta là

             nella infinita volta         con noi farfalle in corsa”

“e poi?” …accada ciò che         il ciel darà …”

 

 

sabato, 20 settembre 2020

 

nota: a) ricorreva l’anniversario della breccia di porta pia, 1870 … b) wing project, di andrea mauti, versione nei pressi dell’ex stabilimento dell’acqua nel parco dei daini (un tempo l’acqua marcia e l’acqua pia) _ villa borghese.

 

Attenzione!

Abbiamo aggiornato la tecnologia per accedere ai contenuti in realtà aumentata.
Leggi le istruzioni, scarica la app genARate e inizia a navigare tra i contenuti in AR in modo ancora più rapido e performativo!