altre raccolte

Pia Abelli Toti ha pubblicato anche due raccolte poetiche per le Edizioni Bordeaux nel 2018: inVERSipensANDO 2017 e conTEMPORAnea 2018.

Questa cascata di versi nasce dall’urgenza di un linguaggio veloce, conciso, in fieri. Un linguaggio che traduce e accompagna l’aprirsi al vivere, che è sempre in trasformazione e si fa vettore di movimento per ridisegnare l’intero assetto relazionale del sé e del mondo. Una continua ripartenza. L’insieme potrebbe presentarci l’urgenza stessa del cercare, di cui l’uomo è frutto e strumento.
«A un certo punto, molto tardi nella vita, quella scrittura che avevo sempre usato si rivelò lenta. Il tempo non consigliava progetti a lungo termine». Da allora l’Abelli, fagocitata dalla imprevista forma scrittoria, senza conoscere le regole del gioco, non si consente pausa, né verifica. «Si cerca sempre per necessità, si trova ciò che a volte mai avremmo pensato di trovare». Come promuovere sperimentazioni sull’espressione poetica sin dalle materne, per  potenziare lo sviluppo del pensiero attraverso l’attivazione dei molteplici canali comunicativi di base, oggetto di studio e ricerca delle neuroscienze cognitive applicate allo sviluppo dei linguaggi? «E se fosse insegnato fin dall’inizio, a tutti, questo scrivere sentendo, sognando, immaginando, pensando e _? Questo esperanto espressivo umano che probabilmente è in ognuno di noi fin dagli inizi? Almeno in potenza. Diffusamente e sistematicamente emarginato in atto? Certo, se i poeti diventassero un po’ più scienziati e viceversa_».

CONTATTI

Vuoi organizzare una presentazione del libro? Sei interessato al progetto scrivereinversi? Conduci già delle ricerche o stai svolgendo attività a riguardo? Scrivici

Attenzione!

Abbiamo aggiornato la tecnologia per accedere ai contenuti in realtà aumentata.
Leggi le istruzioni, scarica la app genARate e inizia a navigare tra i contenuti in AR in modo ancora più rapido e performativo!